12/10/2021

Voice Search e l'impatto sulla SEO

illustrazione con microfono che sorride

All’inizio dell’anno vi abbiamo citato la Voice Search tra i marketing trend 2021. Dieci mesi dopo possiamo continuare ad affermare con certezza che la crescita della ricerca vocale non è affatto destinata ad assestarsi nel prossimo futuro, anzi.

In questo articolo approfondiamo il mondo di Google Voice Search, uno strumento che permette di condurre ricerche su Google utilizzando l'input vocale. Sempre più utenti lo usano e cambiando il loro comportamento di ricerca. Continua a leggere e scopri cosa significa esattamente e come puoi usare questa conoscenza per il tuo sito.

 

L’evoluzione della ricerca vocale Google

Introdotta nel 2011 la Voice Search era inizialmente disponibile solo per Google.com. Nell'ottobre 2012, è stata aggiunta l'app per i dispositivi mobili, dove la ricerca vocale era più popolare. Anche Google era interessato alla programmazione per avere un concorrente a Siri di Apple. Per la prima volta nel novembre 2013 è stata resa possibile la ricerca vocale direttamente su un PC desktop (in Chrome) con “Google Voice Search Hotword". Altre aziende hanno seguito l'esempio - come Amazon con Alexa o Microsoft con Cortana. 

Ma cosa c'è dietro la funzione di ricerca?

 

Che cos’è la Voice Search e come funziona

smartphone ricerca vocale ok google

Con Voice Search, la ricerca nel motore di ricerca di Google avviene attraverso l'input vocale che ora funziona in molte lingue e sui PC desktop così come sui dispositivi mobili.

Sul desktop, è necessario installare un'estensione nel browser Chrome e attivare il microfono. Puoi iniziare la ricerca cliccando sul simbolo del microfono nel campo di ricerca. Sugli smartphone, la ricerca funziona tramite l'applicazione Google Search. La funzione è attivata dalla parola chiave Ok Google - quello che dici dopo viene usato come una query di ricerca. Questa funzione è utilizzata anche da vari assistenti vocali come Alexa, Siri e altri.

Come funziona la ricerca vocale? Ecco i vari passi nella ricerca vocale:

  1. Il suono della vostra lingua parlata viene raccolto da un microfono e convertito in una stringa di testo.
  2. Il testo è suddiviso in parole e frasi significative.
  3. Queste parole e frasi vengono analizzate per quanto riguarda la loro struttura grammaticale.
  4. A seconda del contesto, le parole sono collegate con il significato (analisi semantica), ad esempio per determinare se "banca" significa una banca di sede o un'istituzione finanziaria.
  5. L'ultimo passo è scoprire cosa si vuole ottenere con la richiesta (analisi pragmatica). È una domanda che ha bisogno di una risposta? Sei alla ricerca di consigli? Stai cercando dei prodotti?

 

Quali sono i vantaggi della ricerca vocale?

uomo che detta ricerca vocale nello smartphone

Una semplice ragione che rende la ricerca vocale così attraente per molti utenti è la sua comodità. Digitare termini o frasi di ricerca può essere noioso, soprattutto in movimento sullo schermo di uno smartphone. Dire una frase, d'altra parte, si fa velocemente - anche a mani piene o mentre si guida. E la risposta alla domanda posta può anche essere ascoltata, quindi anche qui non è necessario guardare il display.

Una seconda ragione importante è l'accessibilità. La suddetta comodità della ricerca tramite riconoscimento vocale rende anche più facile per voi se avete problemi a digitare in termini o a vedere lo schermo per vari motivi.

 

In che modo la ricerca vocale cambia il comportamento di ricerca?

La ricerca vocale è diversa dalla classica ricerca su Google. La digitazione tende a usare meno parole per ridurre lo sforzo di battitura. Con la ricerca vocale, d'altra parte, si nota una tendenza verso domande intere e frasi intere.

Questo suggerisce che le ricerche a coda lunga (ricerche che utilizzano frasi intere o frasi invece di poche parole) continueranno ad aumentare in futuro.

Un esempio di ricerca scritta contro ricerca vocale:

Ricerca scritta: corso giapponese Milano

Ricerca vocale: Quali corsi di lingua giapponese ci sono a Milano?

La ricerca vocale è usata sempre più spesso per le query di ricerca con i dispositivi mobili - soprattutto tra gli utenti giovani (un altro segno che la ricerca vocale continuerà a guadagnare importanza in futuro). Ecco perché ha senso includere anche questi sviluppi nell'ottimizzazione dei motori di ricerca.

 

Ricerca vocale e SEO: ottimizzare il proprio sito web

Quando si parla di ricerca vocale nel contesto della SEO, entrano in gioco altre due tendenze: i risultati di ricerca locali e personali.

  1. I risultati della ricerca locale. Vengono visualizzati risultati di ricerca leggermente diversi a seconda della posizione dell'utente (ad esempio quando si cercano locali, negozi, medici...). Queste ricerche sono spesso effettuate tramite la ricerca vocale soprattutto quando si è in movimento. 
  2. I risultati della ricerca personale. I criteri che possono essere determinati dall'analisi vocale sono inclusi nei risultati della ricerca. Per esempio, quando si cercano dei pantaloni, nei risultati vengono visualizzati pantaloni da donna o da uomo a seconda della voce.

La ricerca semantica gioca un ruolo importante non solo nella ricerca classica, ma anche nella ricerca vocale. L'obiettivo è quello di essere in grado di riconoscere l'intenzione dietro una ricerca. Per rimanere nell'esempio appena fatto: L'utente vuole comprare un paio di pantaloni? Vuole sapere come pulirli? Vuole consigli per riciclare vecchi pantaloni?

 

Ricerca vocale e homepage

schermata computer con scritta seo

L'uso della ricerca vocale è in costante aumento, soprattutto quando si cerca tramite dispositivi mobili come gli smartphone. Una gran parte di queste ricerche riguarda frasi complete o domande. Per la tua homepage, questo significa che deve fornire delle risposte

Questo significa che dovresti pensare a quali domande gli utenti e i potenziali clienti potrebbero fare sui tuoi prodotti o su argomenti relativi ai tuoi prodotti. Puoi rispondere a queste domande sul tuo sito web - in modo chiaro e facile da capire. Il vantaggio: questo contenuto farà bene anche al ranking del tuo sito web - non solo in termini di ricerca vocale.

Abbiamo messo insieme alcuni consigli su come ottimizzare il tuo sito web per quanto riguarda la ricerca vocale.

Come puoi quindi ottimizzare la tua homepage per la ricerca vocale?

 

La ricerca vocale rende ancora più importante prestare attenzione ai desideri e alle preferenze degli utenti e dei potenziali clienti quando si crea e si ottimizza il sito web, soprattutto nel caso di contenuti. Cosa stanno cercando? Perché cercano certe cose? Che risultato di ricerca si aspettano? Cosa serve per soddisfarli con un risultato/risposta?

L'uso della ricerca vocale molto probabilmente continuerà a crescere - negli Stati Uniti, per esempio, è già più comune; In Italia molti giovani stanno già usando questa funzione, un'indicazione che la ricerca vocale si affermerà anche qui.

Vorresti ottimizzare il tuo sito web ma non sai da dove partire? Leggi il nostro articolo sulla SEO Audit e scopri i nostri servizi di ottimizzazione qui

donna-seduta-divano-si-registra-con-prodotti

12/11/21

Influencer Marketing parte 2

Bentornati al nostro approfondimento dedicato all’influencer marketing. Se nella prima parte abbiamo affrontato l’argomento spiegandone il funzionamento e collocamento nel marketing, in questa seconda parte parleremo invece di strategie ed esempi di influencer marketing.  L'influence...

influencer sul set del video

28/10/21

Influencer Marketing parte 1

L'influencer marketing sta guadagnando sempre più importanza. UPA ha stimato che solo in Italia quest’anno vi è stato un incremento del 12% degli investimenti nel cosiddetto influencer marketing. E la cosa non stupisce visto che gli influencer di successo firmano contratti pubblicitari ...

neuromarketing copertina

23/09/21

Che cos'è il Neuromarketing

Capire il comportamento dei consumatori è un punto cruciale per qualsiasi azienda. Spesso, però, la metodologia utilizzata per comprendere che cosa motiva e unisce i consumatori in primo luogo si rivela poco efficace. Ecco che entra in gioco il Neuromarketing. Esso aiuta a capire cos...