16/02/2021

Google e il Mobile First Indexing: sei pronto?

illustrazione concetto di ricerca

È in arrivo a marzo un aggiornamento Google importante: il Mobile First Indexing. Di che cosa si tratta e soprattutto... stai utilizzando l'indicizzazione mobile-first?

Mobile first indexing significa che Google sta spostando il modo in cui indicizza e classifica i contenuti dalla versione desktop alla versione mobile dei siti. Siamo nell'era del mobile. Sono passati ormai diversi anni da quando il numero di ricerche su dispositivi mobili ha superato il numero di ricerche su computer desktop. Ha quindi senso per Google indicizzare e classificare i contenuti in base alle pagine per dispositivi mobile.

La prima volta che è stato fatto un annuncio simile risale al 2016. Da allora, l'indicizzazione mobile è stata implementata gradualmente su un numero sempre maggiore di siti. Entro marzo 2021, Google mira a implementare l'indicizzazione mobile first per ogni sito. In altre parole: l'indicizzazione sulla rete di ricerca sarà  basata sulle performance dei siti da mobile.
A marzo dello scorso anno, il 70% dei siti risultava già passato all'indicizzazione mobile-first.

Per capire se anche il tuo sito web rientra in quel 70% puoi utilizzare la Google Search Console. Sarà sufficiente cliccare su "Impostazioni" dove viene identificato il crawler nella sezione "Informazioni" e ti verrà detto se e quando il tuo sito web è passato all'indicizzazione mobile.

Schermo pc google search console

Se ti trovi ancora nell'indice del desktop, potrebbe essere perché hai un sito web per dispositivi mobili separato (m-dot) o un sito web complesso. In ogni caso, è probabile che tu possa avere dei problemi in vista e dovresti prepararti di conseguenza.

 

Ricordati che Google non ha un indice separato per dispositivi mobili e desktop. C'è un indice e Google sta passando lentamente all'indicizzazione delle versioni mobili dei siti anziché delle versioni desktop. Questo può essere un problema perché i contenuti che non vengono visualizzati sulla tua versione mobile non verranno conteggiati dopo che Google sarà passato all'indicizzazione mobile-first.

Come accennato in precedenza, questo di solito non è un problema per i siti reattivi, ma può essere un problema per i siti web complessi o per quelli che utilizzano i vecchi siti m-dot (ad es. M.website.com).

Sono tre gli aspetti su cui dovresti concentrare la tua attenzione:

1) Verifiche tecniche: assicurati che il tuo sito per dispositivi mobili funzioni correttamente dal punto di vista tecnico. Il metodo migliore è fare affidamento ai tool di scansione del sito web. 
2) Conservazione dei contenuti importanti: il modo in cui il tuo sito desktop appare su mobile cambia a causa delle dimensioni ridotte dello schermo. I contenuti non devono essere identitici ma quelli essenziali dovrebbero apparire anche nella versione mobile. 
3) Navigazione e link: Assicurati che i link importanti siano presenti sulla versione mobile del sto web. 

 

Naturalmente speriamo che il tuo sito web sia indicizzato mobile-first e in quel caso non hai nulla di cui preoccuparti per quanto riguarda il prossimo aggiornamento. In caso contrario, invece, dotresti informarti e prepararti mentre hai ancora tempo. Il mobile è la nuova normalità ed è destinato a rimanere, quindi assicurati che il tuo sito sia pronto. E se invece non sai da dove partire o non hai le competenze tecniche per poter fare queste procedure contattaci e affidati ai nostri esperti: siamo qui per aiutare te e la tua attività.

 

 

 

Immagine di copertina via Freepik.com

illustrazione con microfono che sorride

08/10/21

Voice Search e l'impatto sulla SEO

All’inizio dell’anno vi abbiamo citato la Voice Search tra i marketing trend 2021. Dieci mesi dopo possiamo continuare ad affermare con certezza che la crescita della ricerca vocale non è affatto destinata ad assestarsi nel prossimo futuro, anzi. In questo articolo approfondiamo il ...

neuromarketing copertina

23/09/21

Che cos'è il Neuromarketing

Capire il comportamento dei consumatori è un punto cruciale per qualsiasi azienda. Spesso, però, la metodologia utilizzata per comprendere che cosa motiva e unisce i consumatori in primo luogo si rivela poco efficace. Ecco che entra in gioco il Neuromarketing. Esso aiuta a capire cos...

Materiale di cancelleria e vestiario brandizzato

25/08/21

Brand Identity: 5 cose essenziali

Quali sono gli elementi importanti da tenere in considerazione quando si costruisce una Brand Identity? Vediamo insieme cinque punti che risultano senz’altro essenziali per la buona riuscita del progetto. 1. Colori del Brand L’elemento più appariscente è anche quello che doverosam...